Caduta libera del Bitcoin: colpa del coronavirus?

Caduta libera del Bitcoin

Caduta libera del Bitcoin: quanto impatto ha il coronavirus?

I giorni del Coronavirus verranno ricordati anche come quelli del crollo delle azioni di Wall Street. Le conseguenze del virus epidemico, tuttavia, hanno anche portato ad una caduta libera del Bitcoin

Ebbene sì, il valore del Bitcoin è stato drammaticamente dimezzato. Un tracollo avvenuto nel tempo di un giorno solo. La famosa moneta virtuale, passata alla storia per aver rivoluzionato per sempre la storia degli scambi commerciali, ha perso la metà del suo valore. 

Ma quanta responsabilità ha, in tutto questo, il coronavirus? 

Proviamo a vederci chiaro. 

Il Bitcoin dimezza il suo valore: conseguenza diretta del Coronavirus? 

Negli ultimi giorni, il CoVid 19 ha avuto un impatto drammatico sull’economia mondiale. I tre indici di Wall Street hanno infatti chiuso la settimana in un clima di grande scoraggiamento. 

Anche il Bitcoin, però, ha incassato il colpo sferrato dal Coronavirus, una minaccia che attenta non solo alla borsa di New York ma anche a quelle asiatiche. 

La condizione traballante del mercato azionario ha spinto tantissime persone a riscuotere. Possiamo dire quindi che la criptovaluta paga oggi il costo di un’incertezza. 

Attualmente, infatti, la moneta virtuale non si mostra essenziale quanto quella tradizionale e in tempi di crisi questa “inessenzialità” viene pagata a caro prezzo. 

Il ruolo del petrolio 

Sebbene il tracollo del Bitcoin sia conseguenza diretta di questa crisi, c’è comunque chi afferma che il CoVid-19 non sia il solo responsabile della caduta libera del Bitcoin. Tantissimi sono infatti gli esperti che attribuiscono al ribasso del prezzo del petrolio la responsabilità di questo improvviso cambiamento. 

Gli studiosi di economia, del resto, pensano che la crisi del Bitcoin non sia cosa poi così inaspettata. In un momento di crisi – come quello che oggi ci troviamo a vivere – le criptovaute non sono esonerate dal clima di insicurezze in cui appare immersa l’economia. Ciò avviene perché gli investimenti privati, societari o aziendali fondano la loro ragion d’essere sul denaro in eccesso. 

Tale considerazione, ad ogni modo, ci mette al corrente di un importante assunto: malgrado i tentativi di mostrarsi indipendente, il Bitcoin appare ancora radicalmente legato all’andamento dell’economia tradizionale. 

Leggi anche: La Fondazione Tezos ha venduto milioni di dollari di Bitcoin a fine anno

One thought on “Caduta libera del Bitcoin: colpa del coronavirus?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s